Alloggi nella regione Basilicata

Alloggi turistici Basilicata, strutture ricettive che forniscono un alloggio con pernottamento ai turisti. Hotel e Alloggi a: Matera, Potenza, camere.


Alberghi, Hotel e Casali in Basilicata


Hotel 3 stelle Italia
via Ridola 5 - 75100 - Matera
Telefono: 0835333561 - Fax: 0835330087
Sito Web:
Numero camere: 47 - Sala congressi: 60 posti
Costo indicativo per 1 stanza doppia al giorno: da € 0,00 a € 98,00
Aperto tutto l'anno.
Tutti gli alloggi a Matera


Hotel 4 stelle Grande Albergo
corso XVIII Agosto 1860 46 - 85100 - Potenza
Telefono: 0971410220 - Fax: 0971410220
Sito Web: grandealbergo.interfree.it
Numero camere: 65 - Sala congressi: 350 posti
Costo indicativo per 1 stanza doppia al giorno: da € 0,00 a € 100,00
Aperto tutto l'anno.
Tutti gli alloggi a Potenza



Basilicata


La Basilicata ha una superficie di 9.992 km2 con una popolazione di 603.959 abitanti (60 abitanti per km2). Abbraccia un territorio compreso tra la Puglia, la Campania e la Calabria, affacciato allo Ionio (golfo di Taranto) e, per breve tratto, al Tirreno (golfo di Policastro). ╚ una regione prevalentemente montuosa con elevazioni maggiori a Ovest. La zona orientale Ŕ composta di terreni di minor elevazione che scendono verso lo Ionio, solcati dai larghi fondovalle dei fiumi Sinni, Agri, Basento e BrÓdano, a una costa uniforme e sabbiosa.
Capoluogo della regione Ŕ Potenza; altro capoluogo di provincia Ŕ Matera.
Arte. La Basilicata ha dato abbondante materiale archeologico risalente ai tempi pi¨ remoti, raccolto in parte nei musei di Potenza, Matera, Melfi, Metaponto e della Siritide. Scarsi, invece, sono i grandi monumenti superstiti sia dell'etÓ greca (le cosiddette "Tavole Palatine" e altri resti a Metaponto), sia di quella romana (anfiteatro di Venosa). Il periodo pi¨ vivace dell'attivitÓ artistica fu senz'altro il Medioevo, quando la regione accolse forme architettoniche e di decorazione scultorea dalla Puglia, dalla Campania, dalla Sicilia e fin dalla Francia. Ispirati all'architettura francese sono i due massimi monumenti del periodo romanico (XI-XIII sec.), l'abbazia della Ss. TrinitÓ di Venosa e il Duomo di Acerenza; di tipo pugliese, invece, Ŕ il Duomo di Matera; influssi siculi si leggono nel campanile del Duomo di Melfi; richiami all'architettura francese nel castello di LagopŔsole, residenza di caccia di Federico ii. Di minore rilievo sono i monumenti del periodo gotico (XIII-XIV sec.): la Cattedrale di Rapolla; il Duomo di Atella; il campanile del Duomo di Irsina; il S. Giovanni di Matera. Gli echi del Rinascimento furono assai deboli nella regione, la quale accolse, tuttavia, qualche buona opera di pittura veneziana (B. Vivarini a Matera; Cima da Conegliano a Migli˛nico). Nel periodo barocco ogni manifestazione artistica ebbe impronta napoletana.